• Biblion Edizioni

Scritti inediti di economia (1924-1927)

Introduzione e cura di Enno Ghiandelli, Premessa di Paolo Bagnoli, Prefazione di Marco Dardi

Torna indietro

Scritti inediti di economia (1924-1927)

  • Autore: Carlo Rosselli
  • Anno: 2020
  • Pagine: 562
  • Prezzo: € 30.00
  • ISBN: 978-88-33830-38-4
  • Categoria: Novità

Acquista



 

In questo saggio si ricostruisce, attraverso documenti originali e inediti (Appunti di Economia politica, Relazione sulla operosità didattica e scientifica del candidato, Premesse per la razionalizzazione economica), la nascita dell’interesse di Carlo Rosselli nei confronti dello studio dell’economia. L’attenzione è focalizzata principalmente sui cosiddetti philosophical radicals, cioè su quel gruppo di filosofi inglesi guidati da Jeremy Bentham e da James Mill che operò a cavallo dei secoli XVIII e XIX, influenzando in maniera profonda la vita culturale e politica europea. Anche Rosselli ne trasse importanti insegnamenti, fortificando le sue convinzioni. In particolare è interessante conoscere la sua posizione rispetto alla teoria utilitaristica e al rapporto fra questa e il socialismo: le sue riflessioni, infatti, lo condussero a conclusioni assai differenti e per molti versi inattese rispetto a quelle che gli sono correntemente attribuite. L’ultimo documento (Gestione operaia delle fabbriche), pur essendo stato concepito successivamente al periodo degli scritti di economia, viene pubblicato in quanto costituisce un caso di studio notevole sulla strategia riformista rosselliana e sui suoi obiettivi.

Enno Ghiandelli (1947), laureato in Storia economica presso la Facoltà di Economia e Commercio dell’Università degli Studi di Firenze, è stato per lunghi anni dirigente della Pubblica Amministrazione. È stato Vicesindaco del Comune di Incisa Valdarno (Firenze) e Assessore della Giunta Regionale della Toscana. Cultore di storia economica e di problemi istituzionali, collabora con la rivista “Άρχή”, con la “Rivista storica del socialismo” e con il mensile online “La Rivoluzione Democratica”. Ha partecipato al progetto della Fondazione Giacomo Brodolini sulle culture del socialismo.